Mercatini di Natale in Bielorussia











Straordinariamente estesa e costellata dalla presenza di migliaia di laghi e di numerosi fiumi, la Bielorussia vanta una navigazione per un totale di 2.600 chilometri. Sullo spartiacque tra il mar Baltico e il mar Nero si delinea la Riserva Naturale della Biosfera di Berezinskij, significativo esempio di taiga europea. Fra i più importanti centri abitati, invece, spicca Mir, con il suo castello gotico – edificato nel XV secolo - protetto dall’Unesco, che accoglie oggi una raccolta archeologica e una scuola di restauro architettonico. Di sicuro interesse è Njasviz, uno dei siti più antichi della destinazione con un complesso – anch’esso sotto l’egida dell’Unesco – che comprende un maniero e la chiesa del Corpus Christi. La seconda città bielorussa dopo la capitale è Vicebsk, il cui più illustre figlio del Novecento è Marc Chagall. Nel contesto dell’arte emergono in Bielorussia manieri e fortezze, soprattutto nel quadrante sudoccidentale del Paese, particolarmente nella regione compresa tra Minsk, Brèst e Hrodna. Un tris d’assi di località da scoprire anche attraverso i loro musei e le antiche tradizioni, in particolare durante il periodo natalizio che in Bielorussia vede lo scambio dei doni il 31 dicembre. Un’opportunità per scoprire la nazione e i Mercatini di Natale, un elisir di artigianato.








Natale a Minsk significa neve, ghiaccio e pista di pattinaggio. E luci, colori, animazione e Mercatini di Natale con l’artigianato bielorusso che vanta antiche tradizioni soprattutto nei settori della tessitura... continua a leggere >>