Mercatini di Natale in Moldavia











La chiamiamo Moldavia ma, in realtà, dovremmo dire Repubblica Moldova. È una destinazione decisamente lontana dagli itinerari turistici più gettonati, e non molti sanno che la maggior attrattiva del Paese è l’industria vinicola, con percorsi dedicati a Bacco e a bellezze nascoste fra vigneti, distese di campi di girasole, pascoli bucolici e monasteri. Nel paesaggio della Repubblica Moldova i filari con l’uva e i nidi delle cicogne sono elementi caratteristici. A Orheiul Vechi si trova il sito più affascinante della Moldova, un complesso monastico scavato nella parete di una vasta rupe calcarea, così come è da vedere il monastero rupestre di Tipova, il magggiore dell’Europa orientale, eretto tra il X e il XII secolo. Il complesso architettonico è formato da ambienti posti su tre livelli e nell’area nord si trovano diciannove grotte poste allo stesso livello delle celle, del refettorio e della chiesa. Situato in una valle sugestiva sulla riva del Dniestr si trova il monastero ortodosso di Saharna, che custodisce le reliquie di San Macario. Scrigno di circa cinquantamila reperti – fra i quali libri russi dei secoli XVII-XIX – è invece il Museo regionale di Bender, la più antica città della Moldova, che conserva anche un’imponente fortezza. Anche Soroca rappresenta un centro importante nel sistema delle fortificazioni fatte erigere dai principi moldavi a difesa del Paese. E per capire l’essenza della nazione, si devono conoscere anche il folclore e la tradizioni, magari a Natale, curiosando fra i Mercatini di Natale di Chisinau, la capitale.







 

Multietnica, ricca di verde con ampi viali, parchi e giardini, la capitale moldova vanta un’antica storia teatrale testimoniata dalle numerose istituzioni. Non sono da meno le collezioni museali... continua a leggere >>