Mercatini di Natale a Malta











Malta è letteratura intrecciata a leggenda, una miscellanea di sacro e profano, lo scenario di celebrazioni rurali contrapposte a eventi di richiamo internazionale, il tutto in un percorso dispiegato attraverso settemila anni di storia e che dalla notte dei templi megalitici passa attraverso l’epopea dei Cavalieri di San Giovanni per giungere al secondo millennio. Una destinazione con infinite chiavi di lettura e l’estensione di Malta, che si snoda in un patrimonio culturale concentrato in 316 chilometri quadrati, è un ulteriore punto di forza dell’arcipelago che può essere visitato anche per pochi giorni. Innumerevoli le opzioni di viaggio, anche durante il periodo dell’Avvento, grazie al clima mite della destinazione: dalle immersioni nei fondali - esiste un elenco dei migliori labirinti pelagici - ai safari in jeep 4x4, dalle sfide sul green alle visite sulla terraferma ricca di scorci d’arte, dai percorsi del gusto ai tuffi nella storia, dalle crociere fra le isole alle icone religiose. E ce ne sono molte, a Malta: nei vicoli della città di Rabat, per esempio, si rafforza quello status di cristiana cattolicità che si respira in tutta l’isola: in tanta sacralità è d’obbligo una sorta di “pellegrinaggio” alla scoperta di San Paolo - il santo che qui naufragò -, a iniziare dall’omonima chiesa, fatta erigere nel 1656. Da “sentire” è anche La Valletta, perfetta per visitare anche inediti Mercatini di Natale.








Quando l’Unesco ha nominato la capitale maltese Patrimonio Mondiale dell’Umanità, l’ha descritta come “una delle zone con la più alta concentrazione di tesori storici al mondo”. Scolpita nella pietra... continua a leggere >>